#inpalcoscenico

Lasciate le aule, lasciati i luoghi dove si studia e si prova, è il momento del palcoscenico. E' il momento dell'emozione dal vivo, quello dove si abbassano le luci in sala e tutto quello che  è stato a lungo scritto, studiato e costruito incontra il calore del pubblico.

Dietro le quinte il nostro respiro inizia ad accelerare o a ritardare e conferisce alla voce un timbro, un colore e un suono particolare. Poi tutto passa, e qui in palcoscenico ha luogo la magia. Fare musica, canto, teatro, richiede anche di esibirsi, stare in un palco, eseguire una performance, dare il meglio di sè per donare qualcosa al pubblico e far scattare quell'applauso a lungo cercato.

 

Teatro 5 di Cinecittà, Roma | dicembre 2017

Nel mitico palcoscenico del Teatro 5 di Cinecittà siamo entrati “in punta di note”.  Ci è stata assegnata, nella prima puntata, l'apertura insieme al tenore Vittorio Grigolo, definito “rockstar della lirica” per la sua capacità di far incontrare lirica e pop e tredici emozionatissimi e straordinariamente professionali ragazzi hanno affiancato Grigolo in Somebody to Love, uno dei brani più celebri dei Queen, risalente al 1976.

Sul finire del brano, si è aggiunta una solista d’eccezione, la piccola Federica, 9 anni, anche lei allieva dell’Accademia: alla sua straordinaria voce è stata affidata una strofa, che è stata un vero e proprio condensato di potenza, talento e preparazione. Una bellissima performance dal vivo, gestita attraverso un’approfondita preparazione e resa ancora più intensa dall’ accompagnamento dell’Orchestra diretta dal Maestro Diego Basso che ne ha anche trascritto e curato l'arrangiamento di questa particolare versione. Vocalist e  Young Choirs Art Voice Academy.

Vedi il video